Le prospettive di riforma del Sistema statistico nazionale a livello locale

22.09.2017
Marco Trentini

Il nuovo presidente dell’Usci fa il bilancio dell’edizione 2017 del convegno dell’Unione statistica dei comuni italiani

L’edizione 2017 del convegno dell’Unione statistica dei comuni Italiani (Usci) si è conclusa con successo. L’evento, intitolato StatCities 2017. La vendemmia statistica. Linee operative e prospettive di riforma del sistema statistico nazionale a livello locale, ha messo a confronto soggetti del Sistan, studiosi ed esperti, che hanno sviluppato un dibattito ricco di stimoli durante due giorni di intenso lavoro. Le varie sessioni hanno visto la partecipazione di rappresentanti dell’Istat, a cominciare dal Presidente Giorgio Alleva, degli uffici statistica di molti comuni e dell’Anci. Sono intervenuti, inoltre, esponenti del mondo accademico e della ricerca. Positiva anche la partecipazione del pubblico, che ha seguito con attenzione il fitto programma dell’evento, articolato in quattro sessioni e una tavola rotonda, per un totale di 30 interventi.

I lavori sono stati aperti dal Sindaco del Comune di Trento Alessandro Andreatta, che ha sottolineato l’importanza dei dati statistici a supporto della policy locale, specie per quanto riguarda il governo delle città, la definizione delle priorità della spesa pubblica, la valutazione dei bisogni dei cittadini e l’individuazione dei possibili scenari dello sviluppo locale.

Il convegno ha permesso di fare il punto sul disegno di riforma del Sistema statistico nazionale, mostrando che la sua nuova configurazione potrà rilanciare il ruolo degli uffici di statistica dei comuni capoluogo e dei comuni di maggiori dimensioni, chiamati a rappresentare punti di riferimento centrali per i territori di rispettiva competenza.

Il collegamento tra la statistica, il territorio e le nuove esigenze informative a livello locale è stato uno degli argomenti più dibattuti, portando i partecipanti a convergere sulla necessità di rafforzare in futuro la collaborazione tra l’Istat e gli uffici di statistica degli enti locali.

Per quanto riguarda il tema del Censimento permanente, è emerso che i comuni saranno coinvolti già nella sua fase di progettazione, che comprende anche la definizione puntale dei ritorni informativi specificamente rivolti ai territori. Il fabbisogno di informazione statistica delle realtà locali, infatti, è cambiato, aumentando sia in termini di dettaglio informativo sia in termini di comparazione temporale e spaziale.

Nel corso del convegno, inoltre, alcuni rappresentanti degli uffici comunali ed esperti del mondo accademico e della ricerca hanno illustrato interessanti e innovativi lavori a supporto del territorio, svolti partendo principalmente dall’uso di dati amministrativi. I materiali delle presentazioni, così come le relazioni tenute durante i due giorni di lavori, sono disponibili qui

Sul versante dell’organizzazione dell’Usci, da ultimo, l’evento ha fornito l’occasione per riunire il direttivo e l’assemblea dei soci, che hanno deliberato il rinnovo del gruppo di vertice dell’associazione e il passaggio della presidenza da Riccardo Innocenti a me.

Assumo questa carica con l’obiettivo di proseguire l’impegno profuso con entusiasmo dal mio predecessore a favore della crescita della funzione statistica, impegnandomi a portare avanti con determinazione, in ogni sede di confronto istituzionale, le proposte più idonee a consentire il pieno sviluppo della funzione statistica dei comuni.

Marco Trentini

Versione.pdf

Categorie: Attività istituzionali | Innovazione e metodologia | Istat - Istituto nazionale di statistica

Ricerca

Ricerca Testuale
Argomento statistico
Tema

Territorio
  • Solo livello nazionale
  • Scegli il territorio
Regione
Provincia

Ente

Data di riferimento
  
  




Si No