Principali fonti comunitarie sui principi e sui criteri della statistica ufficiale

Costituzione Europea, art. 338. Trattato sul funzionamento dell’UE (ex. Art. 285 del TCE) versione consolidata a seguito delle modifiche introdotte dal Trattato di Lisbona firmato il 13 Dicembre 2007 che modifica il trattato sull'Unione europea e il trattato che istituisce la Comunità europea.

Art. 338, comma 2. L’elaborazione delle statistiche presenta i caratteri dell’imparzialità, dell’affidabilità, dell’obiettività, dell’indipendenza scientifica, dell’efficienza economica e della riservatezza statistica. Essa non comporta oneri eccessivi per gli operatori economici.

 

Il Regolamento (Ue) 2015/759 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2015 modifica il Regolamento (Ce) n. 223/2009 relativo alle statistiche europee: la nuova legge statistica europea rappresenta un importante passo per il rafforzamento del Sistema statistico europeo e del ruolo degli Istituti nazionali di statistica.

Il regolamento è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 19.5.2015, L 123/90 ed è in vigore dall'8 giugno 2015.

 

Decisione della Commissione Ue su Eurostat (2012/504/UE)

La decisione definisce il ruolo e le responsabilità di Eurostat nell’ambito dell’organizzazione interna della Commissione per quanto riguarda lo sviluppo, la produzione e la diffusione di statistiche.

 

Codice delle statistiche europee (raccomandazione all’interno della comunicazione della Commissione al Parlamento e al Consiglio europeo n. 217 del 25 maggio 2005.)

Il codice rappresenta una risposta concreta rispetto alle esigenze di garantire l’indipendenza, l’integrità e la responsabilità dei soggetti chiamati a produrre e diffondere le statistiche europee. Il codice si pone un duplice obiettivo:

  • accrescere la fiducia nella statistica ufficiale stabilendo dei requisiti minimi di qualità e individuando dei meccanismi di controllo dei processi statistici;
  • fornire uno strumento di autoregolamentazione che permetta attraverso l’adozione di specifici principi di migliorare la qualità delle statistiche prodotte e diffuse.

 

Regolamento (UE) N. 557/2013 della Commissione del 17 giugno 2013 che applica il regolamento (CE) n. 223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche europee per quanto riguarda l’accesso ai dati riservati destinati a fini scientifici e che abroga il regolamento (CE) n. 831/2002 della Commissione

Il regolamento definisce le condizioni alle quali, per consentire analisi statistiche a fini scientifici, può essere accordato l’accesso ai dati riservati trasmessi alla Commissione (Eurostat), nonché le regole della collaborazione tra la Commissione (Eurostat) e le autorità statistiche nazionali al fine di agevolare tale accesso.